Il Glossario dei bulbi

In questa pagina sono presentati in rigoroso ordine alfabetico i termini più usati riguardo alla coltivazione di bulbi. Se invece vuoi consultare il glossario di giardinaggio completo clicca qui: Glossario Botanico. Se leggendo queste pagine, quelle di altri siti, libri ecc trovi termini strani di cui vorresti conoscere la definizione, segnalamele utilizzando questo form di contatto, sarà mia premura aggiornare il glossario con il termine mancante.

 

A


Acaricidi: Sostanze utilizzate per combattere gli acari.

Acetamidi: Preparati fungicidi di sintesi ad azione endoterapica, particolarmente adatti contro le peronospore.

Acidita‘: Si dice di un terreno poco adatto alla coltivazione, a ph appunto acido, l’acidità e’ causata da frequenti precipitazioni con conseguente eccessivo dilavamento del terreno o da insufficiente demolizione dei residui vegetali. Un terreno acido e’ un terreno “povero”.

Acuprico: Sostanza ad azione anticrittogamica non contenente rame.

Affinamento: Operazioni colturali volte a sminuzzare il terreno e a ridurlo in particelle molto fini.

Aficidi: Prodotto indicato per combattere gli afidi.

Afillo: Si dice di fusto o ramo che non porta foglie.

Agamica: Tipo di riproduzione senza gameti, viene effettuata una clonazione della pianta madre prelevandone una porzione.

Alcalinità: Condizione non ottimale in cui si trovano i terreni aridi, ricchi di sali ed alcali.

Ammendamento: Operazione di correzione della composizione fisica del terreno, ad esempio con l’abbondante aggiunta di sabbia, torba, letame, ecc

Androceo: Complesso degli organi maschili di una pianta, stami.

Annaffiatura: Mi rifiuto di darne la definizione! :-)

Annuale: Si dice di una pianta che completa il suo ciclo vitale entro l’anno solare.

Antela: Infiorescenza simile ad una ombrella, in cui i fiori esterni sono più alti di quelli interni.

Antera: Parte dello stame dove maturano i granuli di polline.

Antesi: Indica il momento dell’apertura dei boccioli floreali.

Antigrittogamico: SOstanza utilizzata nella lotta contro funghi e batteri.

Apetalo: Fiore senza petali.

Apice: Parte terminale.

Appassimento: Fenomeno causato dalla scarsita’ di apporto idrico, afflosciamento dei gremogli e delle foglie.

Argilloso: SI dice di un terreno formato da particelle finissime, difficile da lavorare. I terreni argillosi sono in grado di trattenere molta acqua e non offrono un buon drenaggio.

Ascella: Indica il punto da cui parte una foglia dal ramo.

Asfissia: Modalità d’azione di alcuni fitofarmaci.

Atrofia: Riduzione dello sviluppo di una pianta, spesso accompagnata da malformazioni.

 

B


Brattea: Foglia modificata alla base di un fiore, spesso larga e di colore brillante.

Bulbetto: Piccolo bulbo prodotto alla base del bulbo adulto.

Bulbillo: Piccolo bulbo che si trova in prossimità di un’ascella o su un fiore. Viene utilizzato per la moltiplicazione del bulbo.

Bulbo: Del bulbo viene data una definizione approfondita in questo articolo: “Che cos’e’ un bulbo?

Bulbo-Tubero: Organo di riserva simile al bulbo formato da una base dello stelo rigonfia e spesso circondato da una tunica.

 

C


Calcare: Composto chimico a base di calcio, la cui quantità nel terreno ne determina l’acidità.

Calice: Parte di un fiore che racchiude i petali nel bocciolo ed e’ costituita dai sepali.

Capsule: Frutto secco che si fende quando e’ maturo per rilasciare i semi.

Carpello: Parte femminile di un fiore costituito da ovario, stimma e stilo.

Cimatura: Rimozione della parte apicale di rami erbacei, volta a stimolare la crescita di germogli laterali o nuove gemme.

Ciotola: Piccolo vaso, molto drenante usato per la coltivazione di bulbi.

Corolla: Parte del fiore formata dai petali.

Corona: Parte della pianta a livello del terreno (o appena sotto) da cui sono prodotti i nuovi germogli

Cotiledone: Foglia contenuta nel seme; la prima foglia o coppia di foglie che comparedal seme dopo la germinazione.

 

 

D

 

Deciduo: Cioe’ che perde le foglie ogni anno, alla fine del periodo vegetativo.

Delicata: Pianta che soffre le gelate.

Dentellato: Un Piccolo lobo, marginale, spesso appuntito su una foglia, un calice o una corolla.

Disseccamento Apicale: Morta degli apici dei germogli dovuta al gelo o alla malattia.

Divisione: Metodo di moltiplicazione dei bulbi, consistente nella divisione del cespo durante il periodo di dormienza.

Dormienza: Stato di temporanea cessazione di crescita da parte della pianta.

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS

Se vuoi, puoi commentare questo articolo...