Come conservare i bulbi

I bulbi primaverili sono solitamente rustici, per cui naturalizzano molto facilmente se lasciati a dimora in pieno campo o in vaso. E’ consigliabile tirarli fuori dalla terra solo ogni due/tre anni, quando si sono troppo infittiti e una volta levati dal terreno, si separano i bulbilli che si sono formati. A questo punto la soluzione ideale e’ quella di rimetterli immediatamente a terra diradandoli, in alternativa vanno conservati in un luogo fresco (15-25 gradi), buio, asciutto e con una buona circolazione d’aria. Si ripianteranno poi l’autunno successivo. Nel caso della conservazione fuori terra occorre fare particolare attenzione anche ai parassiti che possono attaccare i nostri bulbi, quali muffe, funghi ecc. In alcuni casi vanno anche protetti da attacchi di animali quali i roditori.

Per quanto riguarda la conservazione dei bulbi a fioritura estiva, i livelli di temperatura e di umidità variano a seconda della specie. Solo per alcuni bulbi da fiore si conoscono le precise condizioni di conservazione. Dove il clima è abbastanza mite, si consiglia di lasciare i bulbi nella terra e di prevedere delle coperture di protezione prima dell’inizio dell’inverno. In molti casi (ad esempio agapanto, Amaryllis belladonna, Crinum, canna e lilium) la pianta fiorirà meglio l’anno seguente. Per i bulbi in contenitore è meglio non toglierli dal terriccio e conservare il vaso così com’è in un luogo riparato e adatto alle esigenze della specie.

Achimenes – Lasciate i rizomi nel vaso, fate seccare il terriccio e conservate il tutto a 16-21°C.

Agapanthus –Lasciate i rizomi carnosi nel vaso e mantenete il terriccio leggermente umido. Tieni a 2-13°C. In primavera riportate nella zona di coltivazione.

Amaryllis belladonna – Conservate i bulbi nel loro vaso a 13- 21°C.

Anemone coronaria (“St Brigid” e “De Caen”) – Conservate i tuberi asciutti a 10-13°C. Se è possibile, meglio lasciarli nel terreno e coprire con pacciame.

Begonia (ibridi tuberosi) – Estraete i cormi dal terreno in autunno. Conservateli in torba asciutta a 2-5°C.

Canna – Raccogliete i rizomi in autunno e conservateli in torba asciutta o vermiculite 5-10°C. In alternativa, lasciateli nella terra e copriteli.

Crinum – Conservate i bulbi in sabbia leggermente umida a 2-7°C. Se li coltivate in casa, spostate il vaso in una stanza luminosa, con temperature notturne fresche (13°C).

Crocosmia (sin. Montbretia) – Riponete i cormi in torba o vermiculite a 2- 5°C; meglio ancora, lasciateli in giardino e proteggeteli con pacciame.

Crocus – Raccogliete i cormi dopo che le foglie sono morte. Rimuovete il vecchio cormo esaurito, fateli asciugare e riponeteli in sacchetti di rete a 15/20 °C.

Dahlia – In autunno estraete dalla terra le radici tuberose, tenetele lontano da correnti e conservatele in vermiculite o sabbia asciutta a 2-7°C.

Eucomis – Conservate i bulbi asciutti a 13-20°C.

Freesia – Conservate i cormi o i vasi asciutti a 25-30°C.

Galtonia – Conservate i bulbi asciutti in vermiculite a 17-23°C.

Gladiolus – Raccogliete i cormi dopo che le foglie sono morte. Fateli asciugare e riponeteli in sacchetti di rete a 5-13 °C.

Gladiolus callianthus (sin. Acidanthera bicolor) – Estraete i cormi dalle aiuole in autunno, fateli asciugare, puliteli con cura e teneteli a 13-20°C.

Haemanthus – Portate i vasi al coperto e conservateli asciutti, oppure continuate a farli crescere a 13-18°C.

Hymenocallis – Tenete le piante in vaso al coperto a 13-18°C. Per conservare i bulbi piantati in piena terra, raccoglieteli con delicatezza lasciando la terra attorno alle radici, fateli asciugare e teneteli a 16-21°C.

Ixia – Tenete i cormi asciutti a 20-25°C.

Liatris – Tenete i cormi in torba umida a 2°C.

Lilium – Lasciateli in piena terra; in alternativa, conservateli in torba umida a 2°C.

Nerine – Conservate i bulbi asciutti o nel loro vaso in un luogo ventilato a 2°C.

Ornithogalum (Specie delicate) – Conservate i bulbi asciutti a 21-27°C.

Oxalis (Specie delicate) – Tenete i rizomi o i bulbi in torba o vermiculite a 2-5°C.

Ranunculus – Tenete le radici tuberose asciutte a 10-13°C.

Sandersonia aurantiaca – Riponete i tuberi in vermiculite a 13°C.

Schizostylis – Se potete, lasciate che naturalizzino in piena terra, altrimenti estraete i rizomi dalla terra e metteteli in torba umida a 7°C.

Sparaxis – Tenete i cormi asciutti a 20-25°C.

Sprekelia – Conservate i bulbi asciutti in torba o vermiculite a 5-13°C.

Tigridia – Conservate i bulbi in torba o vermiculite a 2-5°C.

Veltheimia – Se il clima lo consente, non toglieteli dal terreno; in caso contrario, conservateli asciutti a 25°C. Per quelli in vaso, portateli al coperto a 10-16°C. Fiorisce in febbraio.

Zantedeschia (Calla) – Tenete i rizomi o i tuberi asciutti a 10- 16°C, cercando di non rovinarli.

Zephyranthes – Conservate i bulbi in torba o in vermiculite a 10-16°C.

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS

2 Responses to “Come conservare i bulbi”

  1. Anonimo scrive:

    […] completamente secche mettili a dormire in un vaso all'esterno o estirpali e conservali, vedi qui, ma al 90% non rifioriranno piu'. – se vuoi andare con i piedi di piombo, piantali in terra o in […]

Se vuoi, puoi commentare questo articolo...